Fondo indennizzo risparmiatori, c’è la proroga

Con la Finanziaria dell’anno 2020 slitta dal 22 febbraio al 18 aprile 2020, il termine per la presentazione delle domande di accesso al Fir, il Fondo indennizzo risparmiatori. Il Fir è destinato a indennizzare gli azionisti e obbligazionisti (subordinate) delle 4 banche – Banca popolare dell’Etruria, Banca Marche, Cassa di risparmio di Ferrara e Cassa di risparmio di Chieti – in liquidazione coatta amministrativa nel 2015, nonché delle due banche venete (Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca). Ai fini della presentazione della domanda non sono indispensabili i limiti di reddito imponibile (35mila euro) e patrimonio mobiliare (100mila). Per Confconsumatori è utile lo slittamento del termine.
Condividi l’articolo

Vedi anche: