Finita la serie C, festa per Monza, Vicenza e Reggina. Gozzano scende con Rimini e Rieti

La festa ha inizio a Monza, Vicenza e Reggio Calabria. I brianzoli dopo 19 anni tornani in serie B mentre i vicentini sono assenti dal 2017 e i granata da sei stagioni. Le tre capoliste dei gironi di serie C salgono a tavolino in base alla decisione del Consiglio Federale tra i cadetti. La Lega Pro adesso potrà dare il via libera a playoff e playout in base alla nuova classifica scritta utilizzando l’ormai celebre algortimo dato che il numero delle partite disputate non è per tutti uguali.

La nuova classifica del girone A

Monza 86.75 promosso
Carrarese 62.02 playoff
Renate 59.27 playoff
Pontedera 57.27 playoff
Robur Siena 55.55 playoff
Alessandria 54.89 playoff
Novara 54.34 playoff
AlbinoLeffe 53.97 playoff
Arezzo 51.59 playoff
Juventus U23 48.74 playoff
Pro Patria 45.49
Pistoiese 45.16
Como 44.99
Pro Vercelli 43.93
Lecco 38.61
Pergolettese 35.92 playout
Giana Erminio 35.08 playout
Olbia 32.18 playout
Pianese 32.17 playout
Gozzano 28.41 retrocesso

Playoff e playout facoltativi

Gli spareggi inizieranno dopo la finale di Coppa Italia di serie C tra Ternana e Juventus Under 23 e saranno facoltativi. Come spiega la nota pubblicata sul sito della Figc le “società della Lega Pro chepur avendone titolodecideranno di non prendere parte ai playoff o ai playout dandone comunicazione nei termini previsti dal Regolamento di cui all’allegato 3verrà inflitta esclusivamente la sanzione della perdita della gara non disputata“. Chi vince accede alla fase finale dei playoff. Dato che entrambe hanno già un pass per gli spareggi, la vincente libererà in posto nel proprio girone che toccherà, nel caso di vittoria della Juventus U23 alla Pro Patria.

I playoff verranno disputati a decorrere dal 5 luglio 2020 dalle 27 squadre che alla data della sospensione del Campionato di cui al C.U. n. 179/A del 10 marzo 2020, si sono classificate dal secondo al decimo posto dei tre gironi in base alla classifica di cui all’allegato 2 e dalla vincitrice della Coppa Italia, la cui finale si svolgerà in data 28 giugno 2020. Nel caso in cui la squadra vincitrice della Coppa Italia si sia classificata tra le prime dieci del girone, ai play-off avrà accesso la squadra classificatasi all’undicesimo posto del girone in cui milita la squadra vincitrice della Coppa Italia.
I playoff si svolgeranno secondo il Regolamento di cui all’allegato 3, che fa parte integrante della presente delibera;
– nel caso in cui, non fosse possibile riavviare il campionato con la disputa dei playoff, è promossa in Serie B come quarta squadra la migliore classificata dei tre gironi secondo la classifica di cui all’allegato 2;
– nel caso in cui i playoff dovessero avere inizio ma essere sospesi e, pertanto, non fosse possibile concludere gli stessi entro il 20 agosto 2020, è promossa in Serie B come quarta squadra la migliore classificata dei tre gironi secondo la classifica di cui all’allegato 2 tra le squadre ancora in lizza nei playoff.

Le retrocessioni al Campionato di Serie D sono determinate nel seguente modo:
– le squadre classificate all’ultimo posto di ciascun girone sono retrocesse direttamente al Campionato di Serie D;
– le ulteriori sei retrocessioni al Campionato di Serie D sono determinate a seguito della disputa dei play – out tra le squadre classificate al penultimo, al terzultimo, al quartultimo e al quintultimo posto di ogni girone;
– nel caso in cui, a causa di provvedimenti relativi alla emergenza epidemiologica da COVID – 19, non fosse possibile concludere il Campionato con la disputa dei play – out, sono retrocesse in Serie D le squadre classificate all’ultimo, penultimo e terzultimo posto di ogni girone;
– nel caso in cui lo svolgimento dei play – out dovesse essere sospeso e, pertanto, non fosse possibile concludere gli stessi entro il 20 agosto 2020, sono retrocesse in Serie D le squadre classificate all’ultimo, penultimo e terzultimo posto di ogni girone secondo la classifica di cui all’allegato 2, fatti salvi gli eventuali esiti definitivi determinati dai play – out già disputati;
– alle società della Lega Pro che, pur avendone titolo, decideranno di non prendere parte ai play-off o ai play–out dandone comunicazione nei termini previsti dal Regolamento di cui all’allegato 3, verrà inflitta esclusivamente la sanzione della perdita della gara non disputata.

In base a quanto determinato, sono promosse in Serie B Monza, Vicenza e Reggina, mentre retrocedono direttamente in Serie D Gozzano, Rimini e Rieti.

 
Condividi l’articolo