Festa medievale del rione Cassero

Nel Gran Premio della Ripartenza, la “Festa Medievale Biancoazzurra” organizzata dal Rione Cassero di Castiglion Fiorentino – col motore già caldo – è ormai pronta a scattare dalla griglia, per dare il via alla sua XIX edizione, forse, e per ovvi motivi, la più attesa dopo il debutto del 2002. Da allora, la Festa Medievale – nata, si pensava, solo per celebrare i primi 20 anni del Gruppo Musici e Sbandieratori “Il Cassero” – ha acquisito un’importanza sempre più crescente tra le manifestazioni nazionali del settore ed ha portato a Castiglion Fiorentino tantissime migliaia di visitatori, incantati dalla sua suggestiva ambientazione ai piedi della Torre che domina la collina, dalla qualità degli spettacoli proposti al suo interno e dalla certificata bontà delle sue proposte enogastronomiche. L’entusiasmo tra i casserini guidati dal Presidente Michele Falomi è davvero alle stelle, i lavori di allestimento della magnifica scenografia al Piazzale del Cassero – ormai prossimi alle ultime rifiniture – non aspettano altro che il semaforo verde che si accenderà Venerdì 27 alle ore 18. La Festa Medievale Biancoazzurra chiuderà poi i battenti Domenica 5 Giugno, con lo spettacolo pirotecnico che ormai è entrato non solo nella storia della manifestazione e che raduna da solo a Castiglion Fiorentino migliaia di visitatori. Tutte le sere sono in programma spettacoli che vedranno protagonisti i maggiori interpreti a livello nazionale della giocoleria, della musica medievale e del fachirismo. Domenica 29 è in programma anche la I edizione de “Pugna sub Turri”, una gara tra alcuni gruppi di tamburini provenienti da diverse regioni dell’ Italia Centrale, mentre Mercoledì 1 Giugno sarà la volta de “A Cena ne la Rocca”, un convivio nella splendida cornice del Casseretto, proprio ai piedi della Torre, i cui posti a disposizione stanno velocemente esaurendosi. Le sorprese non sono poi finite, in quanto il Rione Cassero ha rivisitato praticamente nella sua totalità anche la sistemazione delle sue leggendarie taverne all’interno del Piazzale, così da aggiungere interesse ed attesa tra coloro che hanno già in agenda anche più tappe alla Festa Medievale Biancoazzurra. Una novità fondamentale, dettata questa dal rispetto delle normative vigenti sulla sicurezza, sarà rappresentata proprio dall’accesso alla Festa che avverrà esclusivamente da Via della Badiola, attraverso la scalinata che grazie a Porta Perugina immette nel Piazzale del Cassero; un ingresso che ricalca in parte l’antico percorso del Presepe Vivente, sempre apprezzato anche per la possibilità di riscoprire scorci bellissimi del centro storico di Castiglion Fiorentino. Dal tradizionale varco di Via del Tribunale sarà invece consentito solo il deflusso dei visitatori verso Piazza del Comune. Una modifica questa resasi necessaria e alla quale non solo i castiglionesi faranno velocemente l’abitudine, favoriti anche dalla cura dell’allestimento dei luoghi messa in opera dai tanti volontari biancoazzurri che ormai da settimane dedicano il loro tempo libero alla preparazione di quello che non solo loro sanno essere l’evento capace di portare a Castiglion Fiorentino una moltitudine di visitatori.

Il Consiglio del Rione Cassero

Condividi l’articolo