Festa di Santa Margherita a porte chiuse

Cortona rende omaggio alla sua patrona Santa Margherita. La solennità religiosa più sentita dalla popolazione cortonese, dopo la consueta celebrazione in febbraio oggi non ha previsto la partecipazione popolare a causa dell’emergenza sanitaria.

La messa si è svolta a porte chiuse, alla presenza del vescovo della diocesi di Arezzo, Cortona e Sansepolcro, monsignor Riccardo Fontana, dei frati minori francescani di Santa Margherita, delle suore di Santa Margherita e del sindaco Luciano Meoni.

«Santa Margherita – afferma il primo cittadino – è la festa di tutti i cortonesi. Celebriamo la nostra patrona che ha, per tutti noi, un valore religioso e popolare molto importante. Il legame di Cortona con la sua patrona è molto stretto e non è venuto mai meno nel corso dei secoli. Ѐ un’occasione che rafforza i legami della comunità e rappresenta uno dei simboli dell’identità cortonese, soprattutto in questo periodo di emergenza sanitaria».

Condividi l’articolo