Festa della Toscana, Castiglioni presente

Anche il comune di Castiglion Fiorentino, nella persona del sindaco Mario Agnelli, presente ieri mattina al Consiglio Regionale per la Festa della Toscana. Dopo la seduta solenne del Consiglio regionale, e dopo la consegna della bandiera della Regione, i Gonfaloni dei comuni, in corteo, si sono recati verso l’arengario di Palazzo Vecchio, dove il presidente Mazzero e il vice presidente Marco Casucci hanno sottolineato il valore e l’importanza della giornata. Il 30 novembre 1786, per decisione dell’allora Granduca Pietro Leopoldo, la Toscana fu il primo Stato al mondo ad abolire la pena di morte e la tortura. Fu, per l’epoca, una scelta innovativa e rivoluzionaria e il Consiglio Regionale ha deciso di ricordarla ogni anno celebrando in quella data la Festa della Toscana. Un modo per ricordare a tutti che, da 235 anni, la Toscana ha scelto di stare dalla parte dei diritti e del rispetto dell’essere umano. “È una festa di tutti, è la Festa dei toscani rappresentanti, in questa circostanza, dagli enti locali con i loro Gonfaloni. Con l’iniziativa di ieri si è voluto tracciare un ponte ideale tra il ricordo del gesto dell’allora Granduca Pietro Leopoldo e la necessità, oggi più forte che mai, di combattere l’odio espresso in tutte le loro forme” dichiara il sindaco Mario Agnelli.

Condividi l’articolo