Emilio Fede scrive a Mattarella: “Non posso andare da mia figlia ad Arezzo”

Emilio Fede furioso, si appella a Sergio Mattarella per vedere moglie e figlia. Il giornalista ed ex direttore del Tg4, che ha scontato una condanna di 4 anni e 7 mesi agli arresti domiciliari nella sua casa a Milano e dovrebbe iniziare a breve un periodo di lavoro di 4 anni ai servizi sociali, si è visto negare da parte della magistratura un permesso di cinque giorni per incontrare la moglie e la figlia.

In un’intervista al Roma Emilio Fede, che ha la moglie a Napoli e la figlia (e un nipote) ad Arezzo, racconta: «Sono intenzionato a a scrivere al presidente per dirgli: con ricordo ed affetto le segnalo il mio nuovo indirizzo, una lapide al cimitero». Il permesso, richiesto ai giudici, non gli è stato infatti accordato: un diniego che ha fatto infuriare l’ex volto di punta di Mediaset, 89 anni da compiere.

Condividi l’articolo

Vedi anche: