Falso in prospetto, chieste le pene

Filone falso in prospetto, il pm Jula Maggiore chiede un anno e sei mesi per l’ex presidente di Banca Etruria Giuseppe Fornasari e per l’ex dg Luca Bronchi e un anno per il dirigente Davide Canestri. La requisitoria in Tribunale ad Arezzo questa mattina, in aula era presente il solo Luca Bronchi.  Secondo l’accusa, la banca inviò a Consob una relazione non aderente alla realtà dei fatti, in una fase in cui l’istituto di credito aretino era in difficoltà. La successiva collocazione delle obbligazioni subordinate avrebbe così messo a rischio i risparmiatori che furono poi “azzerati” dal cosi detto Decreto Salvabanche.

Condividi l’articolo

Vedi anche: