Droga, arrestati marito e moglie

Bar centrale dello spaccio, ordinanza di custodia cautelare per la coppia che lo gestisce. A firmare il provvedimento il Gip del Tribunale di Arezzo Fabio Lombardo su richiesta del pm Chiara Pistolesi. I carabinieri hanno dato esecuzione a due ordinanze di custodia cautelare in carcere ed agli arresti domiciliari nei confronti di marito e moglie, entrambi italiani, entrambi di 45 anni, gestori di un bar alla periferia di Arezzo ritenuti responsabili di spaccio in non modica quantità. Il provvedimento restrittivo emesso dal Gip. del Tribunale di Arezzo, nasce da una complessa attività di indagine che ha consentito di portare alla luce un prolungato e lucroso business legato allo spaccio di cocaina messo in piedi dai due che, stando a quanto emerso, rifornivano di droga molti tossicodipendenti aretini che avevano nel loro bar un vero e proprio punto di riferimento.

Condividi l’articolo

Vedi anche: