Distanziamento fatale

Aveva deciso da qualche tempo di dormire in un capannone per stare distanziato dai familiari in isolamento domiciliare dopo la scoperta della positività di uno di loro. L’uomo, un 53enne di Capolona (Arezzo) è stato trovato morto questa mattina dai carabinieri di Subbiano allertati dai familiari che, dopo una chiamata intorno alle 5 di questa mattina al padre, non lo avevano piu sentito.  Sul posto è arrivato subito il 118 che non ha potuto fare altro che costatare il decesso del 53enne.  Ancora difficile stabilire le cause della morte che, stando ad una rapida ricognizione, sarebbe da attribuire ad un malore legato forse al freddo, nottetempo le temperature sono scese sotto lo zero. Gli accertamenti da parte dei carabinieri, coordinati dal pm Chiara Pistolesi sono in corso e non sono esclusi approfondimenti di medicina legale. L’uomo, titolare di un bar molto frequentato da appassionati di calcio, era conosciuto nelle comunità di Capolona e Subbiano. La sua morte ha provocato

Condividi l’articolo