Discute con il padre e chiama il 113

Non approva la relazione della figlia 17enne con un coetaneo, la ragazza chiede aiuto alla polizia che interviene e trova armi a disposizione del padre e un chilo e mezzo di droga, l’uomo viene arrestato. La telefonata al 113 era stata effettuata dalla ragazza dopo un violento litigio con il genitore che aveva mostrato di nascondere un’arma sotto la cintura dei pantaloni.  Sul posto si è portata subito una pattuglia della Volante che, durante la regolare perquisizione domiciliare, ha trovato varie parti di una pistola a tamburo, non registrata e priva di matricola, occultati in più punti della casa e del capanno esterno.  Durante l’attività di perquisizione sono stati trovati dagli agenti due grossi involucri saldati in cellophane contenenti circa un chilo e mezzo di marijuana e una baionetta. L’uomo, un 49enne di origine albanese, è stato arrestato e trasferito in carcere.

Condividi l’articolo