Derby Etruria al Perugia, l’Arezzo cede 3-0

Il Perugia si aggiudica il derby dell’Etruria, infliggendo all’Arezzo un netto 3-0 e portandosi ad una sola lunghezza dalla capolista Sudtirol. L’emergenza infortuni obbliga Caserta a ridisegnare lo schieramento tattico, accantonando il 4-3-2-1 visto a Fano in favore di un 4-3-3.. Diverse assenze anche per Stellone, che non può contare sugli squalificati Cherubin, Arini e Sbraga, oltre che sugli infortunati Carletti, Pesenti, Cerci, Perez e Picchi.

L’avvio vede un Perugia subito arrembante, con Vano che nel giro di pochi minuti ci prova con un paio di colpi di testa che però non trovano fortuna. L’Arezzo comincia a prendere le misure agli avversari, affacciandosi con coraggio dalle parti dell’area perugina, ma proprio in quel momento sono gli umbri a sbloccare il punteggio: la squadra di Caserta si porta sul doppio vantaggio nel giro di due minuti grazie al micidiale uno-due confezionato da Elia e Falzerano, che spiazzano Sala con due precisi piattoni rasoterra dentro l’area di rigore. Apparentemente tramortiti, gli amaranto hanno una reazione d’orgoglio, con Ventola che prima impegna Fulignati con un destro ad incrociare, poi sorvola di poco la traversa con una conclusione al volo. Il Perugia, dal canto suo, non fa molto per sferrare il colpo del ko, gestendo senza troppi patemi il doppio vantaggio e impegnando Sala una sola volta, con una conclusione da fuori di Favalli neutralizzata dall’estremo difensore aretino.

La ripresa replica più o meno lo stesso copione del primo tempo, con un Arezzo volenteroso che si affaccia insistentemente verso l’area di rigore del Perugia nel tentativo di riaprire la partita, ma la retroguardia umbra legge benissimo ogni situazione. L’unico rischio Fulignati lo corre per mano del ”fuoco amico”, quando Angella lo impegna rischiando l’autogol con una svirgolata. La squadra di Caserta sfiora il tris con una bella girata di Sounas neutralizzata da Sala, ma nel finale il portiere aretino nulla può sul piattone destro del subentrato Kouan, che colpisce indisturbato siglando la rete del definitivo 3-0. Grifo che nel finale sfiora anche il poker, ma il neo-entrato Lunghi pecca di egoismo, sfiorando il palo col destro invece di servire in mezzo Bianchimano. Per il Perugia 3 punti pesanti, Arezzo sempre più all’ultino posto.

Condividi l’articolo