Cup, Tanti boccia Regione e Estar

“Sostegno e vicinanza” ai lavoratori che incrociano le braccia per il mancato accordo sulla gestione dei servizi esternalizzati di front office. Così l’assessore del Comune di Arezzo Lucia Tanti prende posizione sulla protesta proclamata dalle sigle sindacali davanti all’ospedale San Donato, nella prima della due giornate di sciopero. I vertici sindacali hanno sottolineato come di fronte al cambio di appalto “l’unica cosa certa” sia il rischio di “un peggioramento delle condizioni contrattuali degli oltre 120 lavoratrici e lavoratori impegnati nel servizio”. Stamani l’assessore Lucia Tanti ha spiegato che “il personale e le aziende che gestiscono il servizio di cup e front office si trovano in una situazione di totale incertezza, senza risposte precise per il futuro. Questa precarietà si traduce in un danno per i lavoratori e le loro famiglie, oltre che in ritardi e disservizi per alcune delle attività più importanti dell’ospedale, che vanno dalle prenotazioni delle visite al pagamento del ticket”. L’assessore del Comune di Arezzo punta l’indice sul “ritardo della Regione, che sta dilatando i tempi della contrattazione con le controparti” ma anche all’indirizzo di “Estar che dimostra di non essere in grado di gestire i bandi di gara con i necessari requisiti di celerità ed efficienza”.

Condividi l’articolo