Crac Bancaetruria, le richieste dei Pm

Pene che vanno da un anno a sei anni. È quanto richiesto dai pm Angela Masiello e Julia Maggiore del pool guidato dal procuratore Roberto Rossi al processo per la bancarotta Etruria che vede 24 imputati tra ex consiglieri e dirigenti dell’istituto bancario aretino. Uno degli imputati è nel frattempo deceduto. I pm hanno parlato brevemente consegnando poi memorie scritte che si rifanno alle memorie ispettive e alle risultanze del Gup evidenziando dunque comportamenti, da parte che hanno progressivamente portato alla bancarotta dell’istituto bancario aretino. Il presidente del collegio Gianni Fruganti ha preso atto lasciando poi spazio alle arringhe degli avvocati di parte civile.

Condividi l’articolo