Coronavirus, il quadro a Civitella

Il sindaco di Civitella in Valdichiana Ginetta Menchetti interviene sul momento difficile dando ulteriori informazioni. Innanzitutto, a nome dell’amministrazione comunale, intendo esprimere la nostra solidarietà a tutta la comunità di Civitella in Val di Chiana. Trattasi di un momento molto difficile, ci troviamo a combattere una prova molto dura, contro un nemico molto insidioso purtroppo invisibile come il coronavirus.

Sono consapevole che è difficile cambiare radicalmente le nostre abitudini quotidiane, ma lo dobbiamo fare per vincere questa battaglia globale e in virtù di quel senso di responsabilità e senso di comunità che ci appartiene.

Nell’interesse di ognuno di noi, di tutta la comunità e dell’esperienza di questi giorni, sono a raccomandarvi vivamente di evitare inutili file all’unico ufficio postale rimasto aperto sul territorio comunale, in Badia al Pino, tutte le scadenze in essere sono posticipate, l’unica vera necessità sarà la riscossione pensione per chi non ha né accredito né bancomat. Altro tema è la spesa familiare che non va vissuta come la possibilità di svago, ma come una necessità da programmare almeno settimanalmente e con l’impegno di una sola persona a nucleo familiare.

Le tanto “adorate”  passeggiate  a piedi o in bici, o con il proprio cane sono permesse solo se fatte da soli e in prossimità delle aree della propria residenza, non devono essere occasioni d’incontri  tra parenti, amici e/o conoscenti, va sempre evitato anche il minimo assembramento o meglio il contatto con soggetti estranei al proprio nucleo familiare.

  Come ben sapete ogni movimento anche all’interno del territorio comunale deve rientrare nelle motivazioni previste dal decreto: lavoro- salute- necessità.

Tutti gli altri movimenti saranno sanzionati come previsto dal decreto.

Alcune misure di sollievo per le famiglie sono già attive ed altre in fase di attivazione.

Per quanto riguarda le persone fragili, oltre 65 anni di età o affette da patologie senza relazioni parentali, e/o in quarantena, oltre al servizio di consegna farmaci a domiciliogratuita presso le farmacie comunali di Pieve al Toppo e Tegoleto attivabile contattando il numero 800065510, grazie alla disponibilità degli esercizi di vicinato, è attivo il  servizio di consegna a domicilio della spesa presso i seguenti esercizi:

BADIA AL PINO

Alimentari Coradeschi: 0575 411092 / 393 5894164

Bottega di Badia: 346 6405313 / 328 20990023

PIEVE A MAIANO

            Alimentari  Rinaldi: 0575 440407

PIEVE AL TOPPO

            Macelleria Bonini: 0575 498269 / solo Whatsapp: 347 9545193

TEGOLETO

            Alimentari Cecconi: 0575 498209 / 347 7345585

            Alimentari Lucio  & Benedetta: 327 7008232

VICIOMAGGIO

Alimentari Tre Emme: 338-4109760

  Colgo l’occasione per ingraziare tutti gli esercizi di vicinato, anche quelli che non sono in grado di offrire tale specifico servizio per problemi organizzativi interni, che in questo momento di grande difficoltà rappresentano  più che mai un prezioso presidio.

Per i servizi di assistenza domiciliare il servizio sociale è in contatto con le famiglie degli assistiti e continua ad esser garantito nei casi di necessità con le dovute precauzioni.

Ricordo inoltre che per coloro che hanno necessità urgenti e indifferibili per i servizi del Comune possono prendere appuntamento, contattandoci via telefono allo: 0575/4451 -0575/445343-45-46-47 o via mail al seguente indirizzo:

frontoffice@civichiana.it
anagrafe@civichiana.it

L’orario di apertura degli uffici è 8.30/13.00 dal lunedì al sabato ma ricordiamo che dovete recarvi fisicamente in Comune solo per necessità che non possono esser risolte nelle modalità sopra descritte. In virtù delle disposizione governative e in un’ottica di limitazione di contatti abbiamo attivato lo smart working laddove possibile ed è comunque garantita la presenza fisica per  quelle attività indifferibili ed urgenti.

La vostra sicurezza è anche la nostra e se tutti insieme collaboriamo possiamo uscire prima da questa grave situazione.

Vi ringrazio della collaborazione, ritengo essere un momento difficile per tutti, richiamo alla responsabilità, al senso civico che è il primo presidio della salute pubblica, lavoriamo insieme e ce la faremo.

Un ultimo appello, vi invito a  diffidare dalle numerose false notizie che girano nella rete, gli unici canali di informazione attendibili  sono quelli istituzionali, il nostro sito e la nostra pagina Facebook.

Concludo comunicandovi che ad ora nel comune di Civitella non ci sono casi positivi, la situazione è in costante monitoraggio, e qualsiasi ulteriore misura da attivare vi sarà tempestivamente comunicata.

 

Condividi l’articolo

Vedi anche: