Coronavirus, il punto in Toscana

Sono saliti a otto i casi di persone con tampone positivo al coronavirus in Toscana. Ai sei casi già registrati nei giorni scorsi, due soli per ora confermati dall’Istituto Superiore di Sanità, se ne sono aggiunti altri due, entrambi legati al calciatore ventiduenne della Pianese calcio ricoverato all’ospedale Le Scotte di Siena dopo essere risultato positivo al test. Il primo è un altro calciatore di 23 anni della stessa squadra che viveva in casa con lui. Il giovane è stato sottoposto a tampone a causa di lievi sintomi influenzali e, in seguito all’esito positivo dell’esame, è stato messo in isolamento domiciliare. Le sue condizioni sono buone.

Il secondo nuovo caso è un uomo di 60 anni, operatore della stessa squadra di calcio, risultato positivo al coronavirus dopo un attacco di febbre alta e tosse e ricoverato anche lui alle Scotte di Siena.

Resta intanto in osservazione, in attesa di essere dimesso dall’ospedale di Pistoia, il 49enne di Pescia, primo tra i casi toscani giudicato clinicamente guarito. Migliorano tutti gli altri pazienti toscani positivi al tampone del coronavirus, cioè l’imprenditore fiorentino di 63 anni ricoverato all’ospedale di Ponte a Niccheri a Firenze e il suo vicino di casa di 65 anni ricoverato a Careggi mentre è ormai quasi senza sintomi lo studente nord europeo di 26 anni anche lui ricoverato a Ponte a Niccheri. Senza più febbre e ancora in isolamento domiciliare il 44enne di Torre del Lago tornato da Vo’ Euganeo, in Veneto. Nel frattempo è salito a 884 il numero delle persone in isolamento domiciliare fiduciario in Toscana perché entrate in contatto con quelle contagiate o di ritorno dalla Cina, dalla Lombardia o dal Veneto.

Condividi l’articolo

Vedi anche: