Coronavirus, caso in Casentino, sindaco Vignoli “era in isolamento volontario”

Il Sindaco di Bibbiena  Filippo Vagnoli, in qualità di coordinatore dell’ambito socio sanitario del Casentino è intervenuto sul caso di coronavirus registrato in vallata. “Si tratta di un signore che vive nel comune di Poppi insieme alla compagna. Queste due persone vivono in una casa sparsa. Ho appena parlato con il responsabile dell’igiene pubblica che ha redatto il verbale del caso. Il signore in questione ha probabilmente contratto il virus in Romagna dove si è recato per un convegno. Al rientro, visto che ha iniziato ad accusare dei sintomi particolari, si è messo in quarantena in maniera autonoma. Questo aspetto è importante anzi essenziale, poiché la persona in questione dal rientro dalla Romagna non ha più avuto contatti nella nostra vallata. Nella stessa relazione redatta dal responsabile dell’igiene pubblica si legge chiaramente che queste persone non hanno avuto contatti in Casentino. Entrambi, signore e compagna, si trovano adesso ricoverati presso il reparto di malattie infettive di Arezzo anche se ad essere positivo attualmente è solo il signore”. Il sindaco Vignoli insiste poi sull’aspetto della tranquillità dei suoi cittadini che in questi giorni sono stati puntualmente informati su tutto: “non c’è emergenza. Questo vorrei che fosse molto chiaro. Le due persone in questione non hanno avuto contatti nella nostra vallata. Mi impegno ad informare tutti in ogni momento, ma richiamo alla serenità perché solo con la serenità riusciremo tutti insieme ad affrontare al meglio ogni situazione dovesse presentarsi. Ad oggi non ci sono rischi

Condividi l’articolo

Vedi anche: