Cornioli nei guai per l’amianto

Dall’avviso di garanzia alla richiesta di rinvio a giudizio, emessa dalla Procura di Arezzo, nei confronti del sindaco di Sansepolcro, Mauro Cornioli, sul caso della ingente quantità di amianto trovata nel sottosuolo di un impianto di autodemolizione alla periferia della città. Lo stesso provvedimento è stato emesso a carico di quattro tecnici della Asl locale, nelle vesti di pubblici ufficiali, con motivazioni che arrivano al falso. La vicenda è datata 2019 e al primo cittadino è stata imputata l’omissione di “atti doverosi del suo ufficio che avrebbero dovuto essere compiuti senza ritardo per ragioni di igiene e sanità pubblica”.

Condividi l’articolo

Vedi anche: