Contromano tra la folla di Capodanno minaccia agenti condannato

Contromano in pieno centro ad Arezzo tra la folla che defluisce dalla festa dell’ultimo dell’anno, aretino di 44 anni prende a male parole e spintona due agenti della polizia locale, condannato a 9 mesi e al risarcimento dei danni. I fatti risalgono al primo gennaio 2015 ma oggi hanno visto il loro epilogo processuale in Tribunale ad Arezzo. L’uomo aveva prima preteso di entrare con la propria auto nella centralissima Piazza Grande in pieno centro storico dove si stava svolgendo la festa di Capodanno poi aveva preso contromano Corso Italia percorrendolo in mezzo alla gente che defluiva rischiando di investire i pedoni, infine era stato fermato dagli agenti. Vistosi perso era sceso e li aveva prima apostrofati con la frase “vi faccio tagliare la gola dai miei amici camorristi” poi ne aveva spintonato uno provocandogli alcune escoriazioni. Il 44enne doveva rispondere di resistenza, oltraggio a pubblico ufficiale, rifiuto di fornire generalità, e rifiuto di essere sottoposto all’accertamento delle proprie condizioni fisiche, accuse sostenute in aula dal pm Bernardo Albergotti.

Condividi l’articolo

Vedi anche: