Controlli della pm di Castiglion Fiorentino

Controlli della polizia locale di Castiglion Fiorentino per il rispetto delle normative anti Covid ma non solo.

Gli agenti, durante il lockdown, fermano un’auto, condotta da una donna per un normale controllo. La signora, una cinquantenne residente a Cortona,  dichiara loro di voler andare ad Arezzo per acquistare medicinali in farmacia. Gli agenti, stupiti dalla risposta, le fanno presente che dovrebbe recarsi alla farmacia più vicina alla sua abitazione. Quando la donna capisce che deve tornare indietro, accelera e si dirige volontariamente fuori strada. I vigili le prestano subito soccorso e chiamano il 118. All’arrivo dei sanitari, scoprono che la donna ha 38,5 di febbre. Viene attivato il protocollo Covid e la donna è ricoverata al San Donato. Risulta negativa al tampone ma positiva a diversi tipi di sostanze stupefacenti. Nei suoi confronti, scattano quindi la denuncia per guida sotto l’influenza di sostanze psicotrope, il ritiro della patente e il sequestro del mezzo.

Attimi movimentati alla stazione di Castiglion Fiorentino. La pm riceve una chiamata con la quale si segnala la presenza di  persona sdraiata a terra. Giunti sul posto, gli agenti individuano un cittadino marocchino, forse ubriaco, il quale si rifiuta di fornire le generalità, insulta più volte gli agenti e cerca di colpirli. Solo dopo circa trenta minuti, i poliziotti riescono a identificarlo. A suo carico, numerosi precedenti penali. Viene denunciato a piede libero per resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire le generalità.

L’ultimo intervento dei vigili si riferisce al controllo effettuato nei confronti di una persona di colore, la quale, una volta fermata, fornisce alla pm una carta d’identità alterata. L’uomo, nigeriano di 39 anni, viene quindi accompagnato in questura per essere foto segnalato e poi denunciato per falsità materiale.

 

Condividi l’articolo

Vedi anche: