Il Comune di Civitella pubblica l’avviso per il contributo agli affitti

Pubblicato sul sito web del Comune di Civitella in Val di Chiana l’avviso pubblico per il contributo sugli affitti, all’indirizzo (http://www.comune.civitella-in-val-di-chiana.ar.it). La misura straordinaria è destinata specificamente ai lavoratori dipendenti e autonomi che, in conseguenza dell’emergenza epidemiologica abbiano cessato, ridotto o sospeso la loro attività o il loro rapporto di lavoro. Le domande potranno essere presentate da lunedì 20 aprile a sabato 16 maggio 2020. 

Possono partecipare i soggetti che abbiano residenza anagrafica nel Comune di Civitella, nell’immobile con riferimento al quale si richiede il contributo; titolarità di un regolare contratto di locazione ad uso abitativo regolarmente registrato e riferito all’alloggio in cui hanno la residenza; assenza di titolarità di diritti di proprietà o usufrutto, di uso o abitazione su alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare, ubicati a distanza pari o inferiore a 50 km dal Comune in cui è presentata la domanda.

Non si applicano i requisiti indicati quando il nucleo familiare del richiedente è titolare di immobili ad uso abitativo purché, fra gli altri, il valore Ise (Indicatore della Situazione Economica) non sia superiore a 28.684, 36 euro per l’anno 2019. In mancanza di certificazione Ise valida, potrà essere compilata e presentata la Dsu (Dichiarazione Sostitutiva Unica), anche online sul portale Inps.

Il contributo di questa misura straordinaria sarà calcolato sulla base del 50% del canone di locazione, in misura non superiore a 300 €/mese e comunque modulato sulla base delle risorse economiche disponibili. Il contributo corrisponde a 3 mensilità successive a partire da aprile 2020 e sarà corrisposto al permanere delle condizioni di accesso al contributo stesso. Eventuali proroghe della misura straordinaria saranno valutate esclusivamente sulla base dell’evoluzione della emergenza epidemiologica e saranno definite nella durata e nell’entità dalla Regione Toscana d’intesa con i Comuni.

Condividi l’articolo