Civitella approva il bilancio di previsione

Nonostante l’emergenza Covid-19 l’attività amministrativa del comune di Civitella in Val di Chiana non si ferma, e venerdì 20 marzo si è tenuto il consiglio comunale con la nuova modalità telematica, resasi necessaria per limitare i contatti. All’inizio della seduta, per esprimere la solidarietà di Civitella a tutte le vittime del Covid-19 e a chi è in prima linea in questa dura battaglia, è stato osservato un minuto di silenzio. Tra i numerosi punti è stato approvato il bilancio di previsione 2020/2022 che prevede in sintesi un mantenimento dei servizi in essere con un ampliamento di offerta in taluni servizi, come  l’ampliamento orario del Centro aquilone fino alle 19.00, oltre all’attivazione del servizio cohousing negli appartamenti disponibili sopra il centro  diurno,  e/o all’attivazione del servizio di pernottamento nel periodo estivo giugno settembre per gli ospiti del centro diurno, in un’ottica di sollievo alle famiglie.  Non sono previsti aumenti né delle tariffe dei servizi a domanda individuale, che vedono una copertura media del 55%, né della pressione fiscale. Sarà applicata la nuova Imu che prevede l’assorbimento della vecchia Tasi, garantendo comunque parità di gettito, quindi senza nessun aumento.

“Per la Tari l’approvazione è prorogata al 30 aprile ma possiamo già anticipare che non subirà sostanzialmente variazioni. Rimarrà invariata l’addizionale Irpef modulata a scaglioni con una soglia di esenzione per i redditi fino a 10.000 euro. Continua a diminuire l’indebitamento dell’ente che vede la chiusura degli ultimi mutui progressivamente nell’anno 2020/2021/2022 e 2023. A tal proposito si prevede di attivare un nuovo mutuo di euro 1.250.000 per due opere da realizzare nel 2020. Per quanto riguarda gli investimenti”, conclude Menchetti, “abbiamo un piano da euro 3.410.000 che va dalla riqualificazione di centri storici alla viabilità, e sicurezza”.

Condividi l’articolo