Chiusi, partita la consegna di 36mila mascherine casa per casa

A Chiusi è partita la consegna delle mascherine FFp1 acquistate dalla Regione Toscana e presto in tutte le case del territorio comunale arriverà un primo kit composto da due mascherine a persona, oltre 36mila in tutto. Come spiegato durante l’ultima diretta Facebook dal sindaco Juri Bettollini, la squadra che consegnerà a domicilio le mascherine sarà composta da tre persone: due dipendenti comunali e un agente di Polizia Municipale.
“Ringrazio i dipendenti comunali che si sono messi a disposizione per la consegna delle mascherine – dichiara il sindaco di Chiusi Juri Bettollini – abbiamo scelto di gestire la distribuzione direttamente con le nostre forze per evitare che qualche malintenzionato approfitti della situazione per truffare i cittadini più fragili. I nostri dipendenti sono riconoscibili e non chiederanno mai di entrare in casa, se qualcuno lo fa non è un nostro dipendente e quindi denunciatelo. Un ringraziamento anche alla Regione e al Presidente Enrico Rossi per aver investito risorse importanti al fine di dotare tutti i cittadini toscani di uno strumento di protezione con il quale tutti dovremo imparare a convivere. L’arrivo della mascherina non significa che possiamo uscire e tornare a fare la vita di prima. I divieti e le sanzioni sono rimaste invariate e, quindi, l’appello è sempre quello di restare a casa e a uscire solo per comprovate emergenze o urgenze.
Le mascherine che arriveranno nelle case di Chiusi e che sono state testate come idonee dall’Università di Firenze ed equivalenti alle mascherine chirurgiche, non sono lavabili ma possono essere riutilizzate più volte (massimo tre) dopo un corretto processo di igienizzazione e sanificazione da fare con alcool denaturato.

Condividi l’articolo

Vedi anche: