Chiusa la mostra speciale dell’artigianato ad Anghiari

Si è chiusa ieri sera, dopo quattro giorni intesi e partecipati, l’EDIZIONE SPECIALE della Mostra Mercato dell’Artigianato della Valtiberina Toscana, la manifestazione che si è svolta nel sempre affascinante centro storico di Anghiari dal 3 al 6 settembre. Il bilancio è positivo e il format che gli organizzatori hanno messo in pratica a causa dell’emergenza Coronavirus e delle norme previste per la tutela della salute, ha riscosso l’apprezzamento di artigiani e visitatori. Tanti gli aspetti da mettere in risalto a partire proprio dalla volontà di recuperare la mostra e di organizzarla nonostante le molte difficoltà di questo particolare periodo storico. Un segnale di coraggio e di fiducia, per il territorio e per il settore artigiano, una ripartenza concreta, effettuata in sicurezza e in linea con la tradizione di una manifestazione che da quarantacinque anni unisce le eccellenze del “fatto a mano” ed il fascino di uno dei borghi più belli d’Italia.

Il lavoro organizzativo è stato considerevole ed è stato gratificato dalla soddisfazione per la riuscita dell’evento. Una mostra in sicurezza (anche grazie alla sensibilità e alla responsabilità dei numerosi visitatori) e di qualità con accorgimenti che hanno reso possibile lo svolgimento: la durata di quattro giorni, la novità delle botteghe rimaste aperte anche in notturna (elemento tra l’altro particolarmente apprezzato), il periodo diverso rispetto a quello solito con la scelta del primo weekend di settembre e l’organizzazione di interessanti iniziative che hanno accompagnato i visitatori. Il tutto mettendo sempre in primo piano gli artigiani (oltre una quarantina in totale) e le loro eccellenze. Un’edizione speciale a tutti gli effetti, che ha portato tanta gente nel centro storico di Anghiari e che ha permesso di realizzare la mostra senza dover “saltare un anno”.

Condividi l’articolo