Cavriglia piange la morte del testimone del massacro di Meleto

Il coronavirus non ha risparmiato anche uno degli utlimi testimoni delle stragi nazifasciste del 4 luglio 1944 nel territorio di Cavriglia. All’età di 91 anni è morto Sergio Martini che era ospite da tempo di una casa di risposo valdarnese. Lo ricorda il sindaco Leonardo Degl’Innocenti o Sanni.

“Addio Sergio Martini, 91 anni, il Covid 19 ha portato via anche te, eri ospite da tempo di una casa di riposo del Valdarno, ma la tua Meleto non ti ha mai dimenticato, eri uno degli ultimi testimoni viventi del massacro nazifascista del 4 luglio 1944 (avevi 15 anni). Ricordo con affetto e profonda emozione quando con Filippo Boni organizzammo la presentazione del libro “Io ho visto” di Piervittorio Buffa a Castelnuovo dei Sabbioni in cui si narrava anche la tua testimonianza legata a quella strage che ha sconvolto la nostra comunità. Non ero ancora sindaco, fu un momento che non dimenticherò. Addio Sergio, la terra ti sia lieve”.

Condividi l’articolo