Casa Pia verso la normalità

Sta tornando il sereno per la Casa di Riposo Fossombroni di Arezzo. Dopo l’impennata di contagi che aveva interessato, da fine gennaio, più di 60 persone tra ospiti e operatori, causando la morte di 6 anziani, negli ultimi giorni sono rientrati in struttura altri 8 ospiti. In totale 32 anziani si trovano ancora ricoverati nelle strutture di cura intermedie. Tornati al lavoro tutti gli operatori il cui tampone ha dato esito negativo, solo uno è ancora positivo.

In questa lunga battaglia contro il covid l’affetto della città per questo storico istituto non è mai venuto meno:  le ultime settimane sono state scandite dalla solidarietà di associazioni e aziende che si sono strette intorno ad ospiti e operatori della struttura di Piaggetta Faenzi. Una donazione è stata effettuata dal Lions Club Arezzo Mecenate e dal Lions Club Arezzo Chimera che, guidati rispettivamente dai presidenti Luigi Lapi e Gianna Ghiori, hanno consegnato due termometri digitali nelle mani della presidente Debora Testi e del direttore Stefano Rossi.

Quattro saturimetri, un termometro digitale e altri materiali sanitari sono stati invece donati dall’Atletica Sestini come conclusione della maratona solidale #DonaUnRespiro. Da Aisa Impianti, attraverso il presidente Giacomo Chierici, e dal comitato aretino del Centro Sportivo italiano sono arrivati generi alimentari . Infine alcune studentesse dell’inidirizzo “Operatore del benessere e estetica” dell’istituto Margaritone-Vasari, che avevano svolto il periodo di alternanza scuola lavoro all’interno della struttura,  hanno inoltrato il loro messaggio di affetto attraverso un emozionante video-messaggio rivolto agli ospiti dell’istituto. Una grande dimostrazione di vicinanza che non lascia indifferenti ospitie operatori ed è un motivo di grande gioia che consolida il legame tra l’istituto e la città, come ha sottolineato la presidente Debora Testi.

Condividi l’articolo