Carcere per il padre che ha ucciso la figlioletta

Il Gip del Tribunale di Arezzo ha disposto la custodia cautelare in carcere per l’operaio 39enne che ha ucciso la figlioletta di 4 anni. Il giudice aveva convalidato venerdì l’arresto e si era riservato per la custodia cautelare. L’uomo, difeso dall’avvocato Nicola Detti, si trova in ospedale a a Firenze dopo una crisi depressiva che lo ha colto nel carcere di Sollicciano. Non appena sarà possibile tornerà in carcere. Al momento, secondo quanto riferito dal legale, non ricorda niente di quanto accaduto martedì mattina nell’appartamento di Levane a Bucine dove viveva con la moglie e i due figli. L’operaio, da alcuni giorni in cassa integrazione, crede che la bambina sia viva e con la madre. Per lunedì è fissata l’autopsia sul corpo della piccola.

Condividi l’articolo