Carabinieri in azione per truffe e droga

In un periodo come quello del lockdown, in cui gli acquisti in rete si sono moltiplicati, sono aumentate esponenzialmente anche le insidie ai danni dei consumatori del web. Sono tredici le persone residenti in diverse zone del paese, in particolare in Emilia Romagna, Veneto e Lombardia, incastrate dai Carabinieri di Anghiari autori di un giro d’affari Il gruppo di truffatori si occupava di selezionare inserzionisti online e guidandoli telefonicamente li invitava ad effettuare operazioni presso il bancomat postale. I truffatori dopo aver fatto credere alle vittime che l’operazione fosse finalizzata ad accreditare il provento delle inserzioni, al contrario facevano effettuare un versamento in loro favore.
I Carabinieri della valtiberina stavano indagando dagli scorsi mesi sulla banda di malviventi, dopo il caso di un cittadino di Anghiari coinvolto nella truffa che ha consentito di far risalire alle transazioni dell’ultimo anno, tutte effettuate su conti di prestanome. Le ultime operazioni hanno consentito di bloccare il sodalizio criminale e porre fine al riciclaggio dei proventi illeciti.

A Terontola un uomo di 49 anni è stato trovato in possesso di circa 20 grammi di cocaina, un bilancino di precisione e la somma di 800 euro in contanti. La droga era già suddivisa in 18 dosi, pronte per la vendita. I Carabinieri di Cortona avevano perquisito l’abitazione dell’uomo a seguito di un sequestro a carico di un assuntore del posto. L’arrestato è stato portato davanti al giudice per la direttissima che si è conclusa con la convalida dell’arresto e la sottoposizione dell’uomo all’obbligo di dimora e di presentazione alla polizia giudiziaria due volte a settimana.

Condividi l’articolo