Camplone mischia le carte con la Fermana. Tornano Belloni e Borghini, Cerci al posto di Cutolo

Non mancano le novità nelle scelte di Camplone nel recupero di Fermo. Arezzo prova a mettersi alle spalle la debacle con il Südtirol andando in casa di una Fermana che dopo il ko di misura contro il Modena ha cambiato allenatore. Camplone rispetto a quanto poteva sembrare alla vigilia conferma il 4-3-3. Torna Borghini dall’inizio al posto di Baldan. In attacco i rientri sono quelli di Belloni e Cerci con Pesenti punta centrale. Cornacchini sceglie il 4-4-2 per il suo debutto.

FERMANA (4-4-2): 1 Ginestra; 24 Rossoni, 6 Manetta, 14 Scrosta, 21 Sperotto; 10 Iotti, 4 Urbinati, 27 Demirovic, 3 Mordini; 28 Raffini, 11 Neglia.
A disposizione: 12 Zizzania, 2 Manzi, 7 Liguori, 9 Cognini, 13 Esposito, 16 Staiano, 18 Cremona, 19 Grossi, 23 Diop, 25 Palmieri, 26 Bigica, 29 Grbac.
Allenatore: Giovanni Cornacchini.

AREZZO (4-3-3): 1 Sala; 5 Borghini, 29 Kodr, 33 Cherubin, 16 Luciani; 20 Bortoletti, 31 Di Paolantonio, 34 Arini; 7 Belloni, 9 Pesenti, 11 Cerci.
A disposizione: 22 Loliva, 30 Gagliardotto, 3 Baldan, 6 Soumah, 8 Foglia, 10 Cutolo, 15 Maggioni, 17 Di Nardo, 21 Benucci, 25 Sussi, 32 Zuppel.
Allenatore: Andrea Camplone.
Infortunati: 4 Maleš, Picchi. Non convocati: 14 Nader, 18 Sane, 24 Sportelli, 27 Merola, 28 Bonaccorsi, 36 Karkalis, Piu, Raja, Sakho, Tamma.
ARBITRO: Mattia Pascarella di Nocera Inferiore (Nicolò Moroni di Treviglio – Ivano Agostino di Cinisello Balsamo). Quarto uomo: Filippo Giaccaglia di Jesi.

 

Condividi l’articolo