Bomba recuperata, tutto ok l’operazione in Casentino

Una mobilitazione generale che ha visto impegnate forze dell’ordine, vigili del fuoco, personale medico sanitario della ASL, volontari, Unione dei Comuni. Oltre 2200 persone sono state evacuate da Rassina e zone limitrofe per il recupero e disinnesco della bomba, eredità della Seconda Guerra Mondiale che è stata ritrovata nel corso di lavori alla stazione del centro casentinese. L’opera di disinnesco è stata eseguita dai militari del Genio Pontieri di Piacenza.

Condividi l’articolo