Bocconi avvelenati, unità cinofile in Valtiberina

Brutta storia quella dei Bocconi avvelenati. Il caso della scorsa settimana di San Leo di Anghiari ha rifatto i riflettori suon triste fenomeno che si presenta in spazi diversi. La Forestale di Sansepolcro ha chiesto il supporto delle unità cinofile del corpo. E dalla Maremma sono arrivate L’ala e Mora che hanno setacciato il territorio interessato dal triste fenomeno.

Condividi l’articolo

Vedi anche: