Bancarotta, mister Cepu ai domiciliari

La notizia è stata pubblicata nemmeno un’ora fa sul sito del Corriere della Sera. Il tifernate Francesco Polidori, 73 anni, fondatore del gruppo Cepu e di Scuola Radio Elettra, è finito agli arresti domiciliari nell’ambito dell’indagine della procura di Roma su una ipotesi, tra gli altri reati, di bancarotta fraudolenta. I finanzieri del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria hanno proceduto anche ad un sequestro preventivo per 28 milioni di euro. “L’inchiesta della Procura di Roma – prosegue il Corriere – vede coinvolti 6 soggetti responsabili, a vario titolo, dei reati di bancarotta fraudolenta, autoriciclaggio e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. I finanzieri del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria questa mattina hanno eseguito un’ordinanza di arresti domiciliari per l’imprenditore e una misura interdittiva del divieto temporaneo di esercitare attività di impresa per un anno nei confronti di un suo collaboratore risultato essere il depositario delle scritture contabili e incaricato della gestione finanziaria di alcune aziende del gruppo. I finanzieri hanno anche eseguito sequestri per 28 milioni di euro”. Come noto, il Cepu opera nelle sedi di Città di Castello e di Sansepolcro.

Condividi l’articolo