Assessore Tanti presenta “Arezzo per Arezzo”

Prende avvio il progetto “Patto d’onore Arezzo per Arezzo” una iniziativa delineata in seno al piano straordinario per la coesione sociale, che si fonda su un cambiamento sostanziale di metodo e approccio. Parola d’ordine di questa nuova misura è l’accesso ad una liquidità diretta per chi sta facendo fatica a ripartire dopo il lockdown. Partite Iva, piccoli artigiani, lavoratori atipici. Insomma: persone sconosciute ai servizi sociali e che mai avrebbero pensato di trovarsi in una situazione disagiata.

“Queste persone- secondo Tanti – hanno ora diritto ad un atto di fiducia e non a percorsi burocratici. Non ci sarà quindi né un bando, né un avviso pubblico, né tantomeno la erogazione di una “tessera del pane”, ma soldi veri e liquidi”.

L’erogazione di liquidità andrà da un minimo di 300 euro ad un massimo di 1500 e se ne potrà fare richiesta attraverso un colloquio con i servizi sociali insieme a Misericordia, Croce Rossa, Croce Bianca, Caritas e Arezzo Casa. Si attingerà, almeno fino alla fine dell’anno, ad fondo sperimentale in cui sono già stati stanziati 150mila euro.

Condividi l’articolo

Vedi anche: