Assalto alla Cgil, aretino resta in carcere

Resta in carcere Lorenzo Franceschi, l’areitno coinvolto nell’assalto alla sede Cgil di Roma avvenuto lo scorso 9 ottobre in occasione di una manifestazione contro l’obbligo del green pass. L’avvocato Mario Giancaspro, aveva chiesto una misura meno afflittiva. Le accuse che pendono su di lui sono però pesanti: resistenza e devastazione aggravate.

Condividi l’articolo

Vedi anche: