Gori, deviazione vincente, l’Arezzo rimonta il Lecco: 2-2

Una prodezza di Strambelli su palla inattiva, regala il provvisorio vantaggio al Lecco nella partita che si sta giocando sulle rive del lago di Como. Partita frizzante con supramazia territoria dei padroni di casa. L’Arezzo ha giocato una partita guardinga, cercando sempre di ripartire. Prima del gol era stato molto bravo Pissardo a negare con il piede un tiro a botta sicura di Capogna, su errore in disimpegno di Borghini. Poco dopo pericolosa una iniziativa di Corrado, ma Belloni non arriva alla deviazione che poteva essere vincente. Il Lecco passa al 20 sfruttando una punizione dal limite. Il tocco di Strambelli è chirurgico. Niente da fare per Pissardo.  L’Arezzo torna ad essere pericoloso con una bella combinazione Cutolo-Gori, ma la palla è controllata dalla linea difensiva dei lombardi.  Si va al riposo con l’1-0 per il Lecco. In apertura di ripresa arriva il raddoppio dei padroni di casa. E’ Procopio che firma il 2-0. Si mette male per l’Arezzo. Ma la reazione dei ragazzi si fa più insistente e al 62′ al termine di un’azione corale Cutolo trova l’angolo giusto e riapre la speranza per l’Arezzo. Per l’intramontabile arriva la decima rete stagionale. Inizia il gioco dei cambi e l’Arezzo in over time arriva al pareggio. Decisiva la deviazione aerea di Gori che sotto misura non perdona! Nel finale grosso pericolo con Fall che colpisce la parte superiore della traversa. Il 2-2 premia la voglia di non mollare dell’Arezzo. Punto importante che evita un mare, anzi un lago di polemiche.

Condividi l’articolo