Anac, Francesco Macrì non poteva essere nominato Presidente di Estra

La delibera è del 10 novembre scorso, l’Anac, organismo nazionale anti corruzione, ha detto la sua  sulla posizione di Francesco Macrì alla presidenza di Estra. Dopo un’analisi di circa 8 pagine la conclusione è una sola: non poteva essere nominato presidente di Estra. Le motivazioni stanno nel fatto che la multiutility è un ente di diritto privato in controllo pubblico e la sua presidenza prevedeva deleghe gestionali. Prima della sua nomina, Macrì era stato eletto consigliere comunale di maggioranza nelle fila di Fratelli d’Italia – Alleanza per Arezzo.

Condividi l’articolo