Alta velocità ad Arezzo

«Apprendo con grande soddisfazione da Trenitalia che a partire dal prossimo cambio orario, in programma il 13 giugno, sarà rispristinata l’intera offerta dei treni ad alta velocità alla stazione di Arezzo antecedente all’emergenza Covid. Infatti, dopo una lunga sospensione dell’intera offerta dei servizi Av su scala nazionale dovuta all’emergenza sanitaria e un primo parziale e graduale rispristino, finalmente anche ad Arezzo si torna alla normalità. E’ una bella notizia per la quale mi sono personalmente impegnato e che la città di Arezzo e tutto il territorio stavano aspettando». Così il consigliere regionale Vincenzo Ceccarelli annuncia il ripristino dei servizi Av alla stazione di Arezzo per i quali si era battuto da assessore regionale ai trasporti. «Negli anni scorsi, anche grazie al lavoro della Regione, eravamo riusciti ad ottenere le fermate di sei convogli dell’alta velocità in grado di collegare Arezzo con le principali di città italiane come Roma, Milano, Torino, Venezia e Napoli oltre che con Firenze – spiega Ceccarelli – Un risultato importante, che ha fatto della stazione di Arezzo uno scalo strategico per la Toscana del sud e l’Umbria. Dobbiamo sempre considerare che i servizi Alta Velocità non dipendono dalla programmazione regionale ma vengono gestiti dall’azienda sulla base di valutazioni prettamente commerciali senza alcun corrispettivo pubblico. La conferma della vecchia programmazione è il segno che la nostra battaglia era giustificata dai fatti. Del resto il miglioramento della situazione sanitaria e l’arrivo della bella stagione sta incoraggiando la mobilità delle persone quindi è opportuno che ad una domanda in crescita corrisponda un potenziamento dei servizi».

Ceccarelli poi individua un nuovo obiettivo: «Adesso occorre lavorare per avere una corsa aggiuntiva che permetta il rientro pomeridiano da Roma. E’ un rafforzamento del servizio che avevo già richiesto da assessore, che percepisco come atteso dagli utenti e che credo completerebbe il quadro dei servizi per il territorio. Su questo chiedo l’impegno del presidente e dell’assessore affinché si attivino con Trenitalia perchè l’obiettivo possa realizzarsi».

Condividi l’articolo