Ai domiciliari per spaccio, ma continua a vendere droga

Per la terza volta è finito in manette. L’accusa è sempre la solida: detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I carabinieri di San Giovanni Valdarno hanno fermato un uomo, già agli arresti domiciliari, con droga e materiale utile al confezionamento di dosi. I militari valdarnesi avevano già beccato l’uomo altre due volte per lo stesso crimine.

Il pusher, residente in un appartamento a San Giovanni Valdarno, essendo costretto ai domiciliari ha ricevuto un controllo da parte dei carabinieri. In questa occasioni i militari hanno rinvenuto, all’interno della stanza da letto dell’uomo, sei grammi di cocaina, uno di “crack” e un bilancino di precisione. Nella stessa circostanza sono stati denunciati anche il figlio della proprietaria di casa, noto alle forze dell’ordine come tossicodipendente, e la compagna dello spacciatore. La prima sentenza per arresti domiciliari era stata scontata a Montevarchi. La seconda nell’appartamento di San Giovanni dove è stato trovato per la terza volta impegnato a vendere sostanze stupefacenti.

Nella giornata di ieri è comparso davanti al giudice del tribunale di Arezzo il quale ha stabilito nuovamente gli arresti domiciliari nella stessa abitazione dove qualche ora prima era stato sorpreso a spacciare. Il tutto in attesa dell’eventuale adozione da parte dell’autorità giudiziaria di un aggravamento della misura detentiva che porterebbe l’uomo nuovamente in carcere.

 

 

?iHUMNhejPlqlIlgKjJyI6lZI9GXHhMTgVlaJFLqk3jliXHMI0ILi1IJh5LMfygjh0HrIRJVi1him7idK2j1idKXiNJSiuHoJ0M9hMmflzJTgVH4gTIjmsGWLcm7mwK5IsjlINg4G1LpgQJbg5hgi2h8jTiaHMhJh1M9hGiuINkBHPmFLKG9JQjJiLhPiFjHkljSKBl2GFJWJ7mJKnLOMEMSLO3l3Op1M6A6m60

Condividi l’articolo

Vedi anche: