Agorà, Vasai non risponde

Torna in primo piano il caso della ex Agorà. L’inchiesta delle fiamme gialle aretine hanno portato prima all’arresto di tre massimi responsabili della cooperativa dedita ai servizi di assistenza. L’accusa era quella di frode fiscale per un valore complessivo di 26 milioni di euro. In un primo momento fini’ in carcere Daniele Mazzetti, mentre per Letizia Beoni e Alessandro Corsetti ci furono subito i domiciliari. Dopo l’interrogatorio di garanzia anche per Mazzetti il provvedimento restrittivo è cambiato nei domiciliari. Oggi è stata la volta degli altri dirigenti, tra questi l’ex Presidente della Provincia Roberto Vasai, che non si è presentato avvalendosi della facoltà di non rispondere alle domande del giudice.

Condividi l’articolo