Affitti “abusivi”, operazione della Municipale

Ospitava stranieri che reclutava per strada attraverso il passa parola e affittava loro posti letto, cittadino del sud est asiatico denunciato per ingiusto profitto tratto dalla permanenza nel territorio dello Stato di stranieri irregolari dalla polizia municipale di Arezzo. Sono stati una serie di controlli in varie abitazioni del territorio comunale di Arezzo a permettere di accertare che in questi immobili venivano ospitati, a rotazione, una trentina di stranieri tutti provenienti da fuori Europa. Tra questi, sette sono risultati non in regola con la normativa su immigrazione e soggiorno e pertanto sono stati denunciati. Secondo quanto ricostruito dagli agenti l’uomo si era costruito una certa “notorietà” tra coloro che erano in cerca di un posto dove dormire tanto da indurre uno straniero pregiudicato e detenuto in carcere, una volta commutata la custodia negli arresti domiciliari, ad indicare come luogo, dove li avrebbe scontati, una stanza all’interno di un appartamento in pieno centro, procuratagli dall’uomo in questione. Sono state emesse altresì ordinanze sindacali per la messa in sicurezza degli immobili, dei relativi impianti e per ricondurre le persone in sovrannumero al numero che gli appartamenti sono in grado di ospitare. La Polizia municipale ha già effettuato controlli per la verifica del rispetto delle stesse e per questo ha denunciato altre quattro persone per inosservanza di provvedimento dell’autorità.

Condividi l’articolo