Affidar contro la Fondazione del Sociale

Le Organizzazioni di Volontariato componenti il Coordinamento Affidar, che si occupano di protezione e di tutela dei bambini e degli adolescenti minori di età della città di Arezzo nonché degli interessi delle Famiglie hanno deciso di respingere con forza il progetto di affidamento del Servizio Sociale “Minori” alla Fondazione denominata “Arezzo per Arezzo”, scrivendo una lettera rivolta all’ammnistrazione e a tutti i gruppi consiliari.

Le motivazioni, secondo Affidar, consistono nel rispetto dei DIRITTI di tutela sociale dei CITTADINI MINORI DI ETÀ, sanciti dalle normative

internazionali, nazionali e della Regione Toscana, che si configurano come BISOGNI PRIMARI e si connotano come SERVIZI ESSENZIALI non demandabili. Tali DIRITTI-BISOGNI, devono, pertanto, essere soddisfatti dal Servizio Pubblico in termini di programmazione, organizzazione ed erogazione.  

Sulla base di queste osservazioni e valutazioni il Coordinamento Affidar sostiene che lo strumento “Fondazioni” non possa esercitare, in forma diretta, i compiti e le funzioni necessarie a garantire la tutela sociale dei CITTADINI MINORI DI ETÀ.

Condividi l’articolo

Vedi anche: