Addio a Emilio Martini, l’uomo del Mulinaccio

Ci ha lasciato Emilio Martini l’uomo della strage dimenticata. Martini ebbe il non trascurabile merito di alzare il velo su una delle stragi più efferate di Arezzo, che nel dopoguerra non ebbero la risonanza dovuta. Solo dal 2010 sono iniziate quelle cerimonie che hanno ricordato le 15 vittime della barbaria nazista del 6 luglio 1944. Martini ha speso la sua vita per non far dimenticare la memoria e lasciare alle nuove generazioni un grande patrimonio che poi venne trasferito in un libro. I soldati tedeschi trucidarono tutti gli abitanti di quel casolare, li misero in fila lungo il Castro e li uccisero sotto i colpi delle mitraglie. Grazie a lui, ogni anno, il 6 luglio si ricorda quella tragedia.

Condividi l’articolo

Vedi anche: