Delitto Levane, chiesto incidente probatorio dal Pm Taddei

La procedura è scattata in queste ore. Il pubblico ministero Laura Taddei che sta indagando sulla tragedia di Levane, ha chiesto al gip Fabio Lombardo l’incidente probatorio per capire se al momento dell’omicidio il 39enne bengalese Billal Miah, era in grado di intendere e di volere. L’uomo la scorsa settimana uccise la figlioletta di 4 anni e tento’ di farlo anche con il fratellino di 12. Il piccolo si salvo’ solo perché ebbe la prontezza di capire quello che stava succedendo e riusci’ a scappare verso il giardino del vicino di casa. L’uomo dopo l’udienza di convalida, si trova  alle Olbiate di Firenze, dove è stato ricoverato, nel reparto di malattie psichiatriche. Intanto è stata eseguita anche l’autopsia sul corpo della piccola. Ad ucciderla due colpi che l’hanno raggiunta al collo e all’altezza del mento. La bambina aveva anche altre ferite. L’uomo appena verrà dimesso dall’ospedale, verrà condotto nel carcere di Sollicciano.

Condividi l’articolo

Vedi anche: