Coppa delle Torri, sfuma in finale la vittoria del Giotto

Il Giotto sfiora l’ottavo titolo toscano di questa stagione. Dopo i successi dei ragazzi del vivaio, il circolo aretino ha avuto l’opportunità di mettere in bacheca anche la Coppa delle Torri, il campionato regionale a squadre per tennisti di classifica 4.4, ma il sogno è sfumato solo nella finalissima giocata lo scorso fine settimana. La squadra “over” del Giotto si è infatti arresa nell’atto conclusivo contro i padroni di casa del Tennis Agliana, vedendo così interrotta ad un passo dalla gloria un’entusiasmante cavalcata che nei turni precedenti l’aveva vista vincere ben due derby con il Tc Castiglionese e con il Ct Arezzo, oltre che il turno inaugurale con il Tc Pinetina di Ponte Buggianese. La finale si è risolta a favore dei pistoiesi che hanno meritato la Coppa delle Torri già negli incontri singolari in virtù delle vittorie sugli aretini Gianluca Rossi (6-1 e 6-3) e Alberto Donati (6-4, 4-6 e 6-3). A completare la squadra del Giotto che ha ben figurato nel campionato sono stati capitan Roberto Duranti, Osvaldo Fratini, Alessandro Macis, Marco Sonnacchi, Roberto Tiezzi e Stefano Verdelli, un gruppo di tennisti di valore che si è alternato con successo nelle tre precedenti vittorie. Questo bel risultato, tra l’altro, acquista ancor più valore considerando che il circolo aretino è tornato a disputare la Coppa delle Torri dopo qualche anno di assenza e che è dunque andato oltre ogni aspettativa, riuscendo a consacrarsi tra i migliori della Toscana. «In finale abbiamo incontrato una squadra fortissima – commenta Donati, – che nel corso dell’intera Coppa delle Torri non ha perso nemmeno un singolare. Contavamo di arrivare al doppio e di giocarci la vittoria fino all’ultimo, ma purtroppo non siamo riusciti nell’impresa: nonostante questo, resta la bontà di quanto dimostrato nell’arco dell’intero campionato e di un percorso esaltante in cui ognuno di noi ha portato il proprio contributo per riuscire a far salire il Giotto ai vertici della regione».

Condividi l’articolo