Congresso Pd, lo sfogo dell’ex consigliere Rossi: Che confusione!

In atesa di sapere chi si cela nella busta che verrà aperta in serata, nel Pd aretino fioccano le polemiche. L’ultima è stata scatenata da Rodolfo Rossi, ex consigliere comunale, da sempre sulle posizioni espressa da Luciano Ralli. “Quello che sta accadendo nel Pd aretino ha dell’incredibile. Credo che ancora non sia finita e penso che saremo costretti ad assistere a cose impensabili, inventate non so bene da chi per conto di chi.Una grande confusione promossa e sostenuta da esponenti di rilievo dell’una e dell’altra parte, che si arrogano il diritto di rappresentare la base degli iscritti al Pd.Domando: ma cosa c’è di più democratico e trasparente in un congresso del fatto che ci sono più candidati e aree che si confrontano? Eppure si fa di tutto perché questo non avvenga anche in presenza di candidati e firme già raccolte.Chi ha interesse ad evitare che ciò avvenga e per quale motivo?Ci sono due candidati ufficiali alla segreteria provinciale e nessuno per le unioni comunali, questo mi dispiace perché invece sarebbe importante.Per quanto mi riguarda l’area Dems ha già preso la decisione definitiva in seduta collegiale ed è stata di sostenere la candidatura di Luciano Ralli fino in fondo, ma se qualcuno ha cambiato idea, pur avendone tutto il diritto, sappia che non ha ha il mandato di partecipare a nessun tavolo di trattativa indipendentemente dal ruolo politico e istituzionale ricoperto. Forse sarebbe meglio  – conclude Rossi – dare il via ai congressi ricercando un clima più sereno e favorire al massimo la partecipazione e la discussione intorno alle candidature che ci sono e su quello che dobbiamo fare come partito per il bene della nostra comunità.

Condividi l’articolo