I fratelli Karamazov al Teatro Petrarca

Con un appuntamento imperdibile che vede protagonisti due fra i massimi interpreti del teatro italiano, martedì 12 e mercoledì 13 marzo al Teatro Petrarca prosegue la stagione teatrale voluta dalla Fondazione Guido d’Arezzo, insieme alla Fondazione Toscana Spettacolo onlus e il Comune di Arezzo: Glauco Mauri e Roberto Sturno, diretti da Matteo Tarasco portano in scena uno dei capisaldi della letteratura russa, I FRATELLI KARAMAZOV, l’ultimo romanzo di Fëdor Dostoevskij. Ambientata nell’Impero Russo di fine Ottocento, la vicenda si sviluppa attorno ai membri della famiglia Karamazov, ai loro feroci conflitti nel cui contesto matura l’assassinio di Fëdor, il capofamiglia, e al conseguente processo nei confronti di Dimitrij, il figlio primogenito accusato del parricidio.. “Dostoevskij, dichiara Glauco Mauri.  non giudica mai: racconta la vita anche nei suoi aspetti più negativi con sempre una grande pietà per quell’essere meraviglioso e a volte orrendo che è l’essere umano. La famiglia Karamazov devastata da litigi, violenze, incomprensioni, da un odio che può giungere al delitto, oggi come oggi appare, purtroppo, un esempio di questa nostra società così incline all’incapacità di comprendersi e di aiutarsi. Anche il sentimento dell’amore spesso viene distorto in un desiderio insensato di violenza. Così sono i Karamazov – Così siamo noi? Ma Dostoevskij è un grande poeta dell’animo umano e anche da una terribile storia riesce a donarci bellezza e poesia”. 

Condividi l’articolo