Parte la Settimana Nazionale della Prevenzione

La Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori di Arezzo presenta la quindicesima edizione della Settimana Nazionale della Prevenzione. L’iniziativa, promossa in città fino a domenica 27 marzo, sarà tutta incentrata sull’informazione e sulla sensibilizzazione riguardo alle buone pratiche per restare in salute e per allontanare le malattie, con la consapevolezza che le armi vincenti per vincere il cancro sono proprio le abitudini quotidiane, gli stili di vita e, soprattutto, la corretta alimentazione. “La mia ricetta della salute? La prevenzione!” è lo slogan di una campagna che i volontari della Lilt porteranno nelle piazze di Arezzo distribuendo gratuitamente bottiglie di olio extravergine d’oliva, un prodotto noto per le sue qualità protettive nei confronti di vari tipi di tumore e pilastro della dieta mediterranea. Oltre all’olio, per questa edizione della Settimana Nazionale della Prevenzione sarà offerta anche una confezione di taralli biologici dell’azienda “Fiore di Puglia”, insieme ad un opuscolo informativo con i principi cardine dell’educazione alimentare. «Nei giorni prima di Pasqua – spiega Ivan Cipriani Buffoni, presidente della Lilt provinciale, – i nostri volontari saranno nel centro di Arezzo per sensibilizzare la cittadinanza sull’importanza della buona alimentazione, con la consapevolezza che un terzo dei tumori si svilupperebbe con maggior difficoltà con una dieta salutare e con altre piccole accortezze quotidiane. Per la Settimana Nazionale della Prevenzione abbiamo voluto concretizzare questo nostro messaggio e, di conseguenza, l’olio e i taralli della Lilt entreranno direttamente nelle case e sulle tavole di tanti aretini».

In parallelo, la Lilt renderà attivo il proprio Punto Prevenzione che, con la collaborazione volontaria di medici e professionisti, garantirà visite e screening gratuiti rivolti ai soci e alle loro famiglie. Ad Arezzo sarà possibile sottoporsi alla mappatura dei nei, all’ecografia al seno e alla tiroide, e a tanti altri servizi, con l’obiettivo di svolgere quella prevenzione secondaria volta ad individuare in anticipo possibili patologie tumorali per potervi intervenire precocemente, aumentando le opportunità terapeutiche e le possibilità di arginare la malattia. «Svolgere monitoraggi e controlli periodici – aggiunge il presidente, – permette di ottenere rassicurazioni sul proprio stato di salute e di individuare tempestivamente eventuali malattie: invitiamo la cittadinanza a contattarci per godere di questo prezioso strumento di prevenzione».

Condividi l’articolo