Colpo all’ufficio postale di Rigutino, bottino ingente

Ancora un bancomat postale derubato. E siamo al terzo nella provincia di Arezzo nel giro di qualche mese. Questa volta nel mirino della banda specializzata in questo tipo di furti è finito l’ufficio postale di Rigutino, frazione del comune di Arezzo. Un bottino ingente, si parla di circa 50mila euro. Tutto è accaduto poco prima di mezzanotte e non sembra un caso che il colpo sia stato messo a segno proprio all’indomani della decisione di Poste Italiane di chiudere alcuni uffici postali, tra cui rientrava anche quello di Rigutino. Probabilmente i malviventi hanno puntato ad un rifornimento del bancomat. La tecnica è la stessa adoperata qualche settimana fa a Pratantico, altra frazione di Arezzo, un cilindro di polvere da sparo fatto esplodere per aprire la macchinetta. Stavolta non hanno funzionato i meccanismi di protezione con l’inchiostro indelebile che macchia le banconote. Le persone che abitano negli appartamenti sopra l’ufficio postale hanno notato tre persone irriconoscibili perché incappucciate, che sono scappati a bordo di una Giulietta grigia. Sul posto gli uomini della Squadra Mobile di Arezzo. Le indagini sono in corso.

Condividi l’articolo

Vedi anche: