Ato Toscana Sud: rifiuti, approvato bilancio triennale e piano anticorruzione

Si è oggi riunita l’assemblea dei sindaci di Ato Toscana Sud, presieduta dal sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli, che ha esaminato le proposte di delibera previamente condivise nel consiglio direttivo presieduto dal sindaco di Civitella Paganico Alessandra Biondi.L’assemblea ha approvato tutte le proposte presentate dal direttore generale Paolo Diprima, tra cui  l’avvio di un programma di interventi per  dotare tutti i 105 comuni di Ato Toscana Sud, della possibilità di acquisire attrezzature informatizzate ad accesso controllato,  come contenitori stradali con sblocco coperchio, calotte volumetriche, ecocompattatori per lattine e bottiglie/flaconi in plastica. “Il programma – fanno sapere da Ato – è finalizzato all’obiettivo di identificare l’utente del servizio per poter poi applicare la tariffazione puntuale in base alle quantità di rifiuti indifferenziati conferiti, comprendendo anche l’acquisto di tessere plastiche di identificazione dell’accesso monitorato ai contenitori stradali, di sistemi di riconoscimento dell’utenza delle raccolte di tipo domiciliare, e di dispositivi informatizzati multimediali per interfaccia degli utenti dei centri di raccolta e/o isole ecologiche stradali”. L’assemblea ha poi approvato il bilancio triennale e il piano anticorruzione. L’assemblea ha infine approvato una mozione, presentata dal sindaco di San Giovanni Valdarno e condivisa dal consiglio direttivo, che avvia le attività finalizzate alla predisposizione del piano d’ambito, che definirà le linee strategiche di azione per Ato Toscana Sud in materia di organizzazione della raccolta dei rifiuti, di costi del servizio e conseguente prelievo tariffario a carico degli utenti, nonché di assetto impiantistico.

Condividi l’articolo