Pratovecchio Stia ospita i bambini Saharawi ambasciatori di pace

Saranno 9 i bambini saharawi ospiti dal 28 luglio al 6 agosto della comunità di Pratovecchio Stia nell’ambito di un progetto di accoglienza estiva dell’associazione Saharawinsieme Onlus di Pontassieve da anni impegnata a sostegno del popolo Saharawi nella sua lotta per l’autodeterminazione, sensibilizzando l’opinione pubblica toscana e le istituzioni sulle cause e le conseguenze dell’occupazione illegale del Sahara occidentale da parte del Marocco.Tra i numerosi progetti di solidarietà e cooperazione internazionale, l’accoglienza estiva consente a tanti bambini di soggiornare in Italia per sottoporsi a controlli sanitari e, se necessario, ricevere le cure necessarie. Molto spesso i piccoli soffrono di disturbi renali, dovuti alla scarsità di acqua nel territorio dove sono confinati e di celiachia causata da un’alimentazione inappropriata.Il soggiorno prevede poi l’accoglienza in varie parrocchie dove i bambini saharawi vivono momenti ludico-ricreativi insieme ai loro coetanei italiani, lontani dal clima inospitale delle tendopoli dove vivono con temperature che in estate arrivano a 50 gradi.Proposta dal parroco di Pratovecchio don Massimo Mansani, che per anni ha ospitato i piccoli nella parrocchia di Rufina, l’iniziativa è stata accolta con entusiasmo dall’Amministrazione comunale di Pratovecchio Stia che ha sottoscritto un protocollo d’intesa per il progetto d’accoglienza con l’associazione Saharawinsieme Onlus e la Parrocchia del SS. Nome di Gesù di Pratovecchio.

Condividi l’articolo

Vedi anche: