Carlo Verdone non sarà in aula nel caso di Martina Rossi, avvocato rinuncia

Carlo Verdone non testimoniera in aula sul caso della morte di martina Rossi, la stduentessa genonese morta a Palma di Maiorca il 3 agosto 2011 precipitando dal balcone. L’attore e regista è stato tolto dalla lista stilata dall’avvocato Tiberio Baroni, che difende Alessandro Albertoni, uno dei due giovani a processo con l’accusa di morte in conseguenza di altro reato, in questo caso una tentata violenza sessuale insieme all’amico Luca Vanneschi. “La motivazione – spiega Baroni prima di entrare in aula – è semplice: siamo di fronte ad un processo mediatico e la decisione di chiamare un personaggio così conosciuto era legata alla volontà di dare una risposta altrettanto mediatica a quanto fino ad oggi è stato raccontato a livello nazionale”. Durante l’udienza la presidente del collegio Angela Avila ha dichiarato infondate le ecceziono sollevate dai difensori di Albertoni e Vanneschi, sia il “ne bis in idem” sia l’opposizione alle intercettazioni, che saranno invece in toto parte del processo dopo l’ammissione all’utilizzo in aula.

Condividi l’articolo

Vedi anche: